82 testi on line

 

selezione di Gianfranco Ribaldone

Per accedere ad un testo

premi il pulsante alla sua sinistra

Giuseppe Niccolini, A Camagna, a Lu, ed a Cuccaro (in "A zonzo per il circondario di Casale Monferrato"), Ermanno Loescher, 1877, pp. 141-152

Una visita a Lu Monferrato nell'anno 1877.

 


Francesco Gasparolo, Le carte di L Monferrato, Rivista di Storia Arte e Archeologia per le Province di Alessandria e Asti, anno III (1894), pp. 97-101

Visita di Francesco Gasparolo all'Archivio Prevostale di Santa Maria Nuova e all'Archivio Parrocchiale di San Nazario.

 


Vocazioni a convegno, La Vita Casalese, 1946

Cronaca d'epoca sul 1 Convegno Vocazioni Luesi, quando Lu era nota a livello mondiale per il primato d'anime consacrate a Dio.

 


Pietro M. Rinaldi, Ricordi di famiglia, 1955

Tra Lu e l'America c' un cuore che batte. Accessibile on line il testo integrale dell'opera.

 


M. Viale Ferrero, Pier Francesco Guala: I canonici di Lu (in Ritratto di Casale), Istituto Bancario San Paolo di Torino, 1966, Tav. XX

Splendida presentazione di un capolavoro pittorico del Settecento piemontese.

 


Marco Quartero, La pesa d'na vota, Al pas d'L, giugno 1976, p. 1

La piazza di una volta, dove un paese, ogni tanto, aveva la saggezza d'impazzire.

 


Mons. Mario Cagna, Essenzialit e fantasia nel dialetto di Lu Monferrato, Al pas d'L, n. 9 (1976), p. 1

Dappertutto nel mondo gli uomini e le donne non sono solamente se stessi, ma la regione dove sono nati, la casa e il cantone dove hanno imparato a fare i primi passi

 


Marino Rota, Pietru du Sandru, Al pas d'L, n. 6 (1977), p. 3

Pietru e il suo cane Cianin.

 


Aldo di Ricaldone, I vini di Lu Monferrato molto graditi a tanti personaggi, Al pas d'L, n. 3 (1978), p. 1

Dalle carte del notaio Firuffini, che rog a Lu tra il 1634 e il 1660, preziose notizie sui vini luesi.

 


Federico Scarsoglio, Storia dei trasporti pubblici a Lu, Al pas d'L, n. 7 (1979), p. 2

Tra fine Ottocento e inizio Nove, storia dei trasporti pubblici a Lu. Quando il "Celeste della Corriera" guidava la diligenza...

 


Ottavio Boccalatte (Azelio), Federico Scarsoglio, "Straminom" delle famiglie di Lu, Al pas d'L, nn. 5, 6, 7 (1981), pp. 4, 4, 4

Pochi erano i cognomi, ma una miriade gli "straminom". Ecco un elenco.

 


Aldo di Ricaldone, La cappella di San Rocco - presso la porta di Montalto - distrutta nel 1582, Al pas d'L, n. 5 (1982), p. 2

La chiesetta di San Rocco, il tabernacolo della chiesa di San Nazario e la confraternita del Corpus Domini.

 


Giovanni Sisto, Gennaio (in Fontanavecchia), Media Editrice, 1983, pp. 9-14

Veniva dai Martini, met Ottocento, la pi adorabile befana che sia accaduto di conoscere. Era il tempo delle arance e delle castagne.

 


Angelo Verri, Camp e Camparot, Al pas d'L, n. 2 (1987), p. 3

"Il camparo dall'alto della sua posizione strategica scrutava le brume della sera e sognava frotte di ladruncoli in fuga"

 


Angelo Verri, And a parl; travai e fadi, Al pas d'L, n. 5 (1987), p. 4

Quando il sospirato traguardo di lacrime e fatiche di tutta una vita era una coppia di buoi.

 


Angelo Verri, Robi d'na vota, Al pas d'L, n. 6 (1987), p. 3

Splendido amarcord sulla preparazione del pane e la vita del fornaio. Quando la gerla di pane lasciava nelle strade un profumo...

 


Angelo Verri, Stali e staladi, Al pas d'L, n. 7 (1987), pp. 3 e 12

Nelle veglie dentro le nostre stalle...

 


Angelo Verri, Che bei tipu... da chi 'n drera, Al pas d'L, n. 8 (1987), p. 3

Firmino, tipo allegro, ciabattino, barbiere, arrotino, orologiaio e specialista in pendole, venditore di macchine da cucire, meccanico di biciclette, organizzatore delle prime corse ciclistiche, brillante chitarrista e cantante e, a volte, filosofo.

 


Natale Provera, Curiosit storiche dell'Archivio del Comune di Lu Monferrato, Al pas d'L, n. 1 (1988), p. 4

Lu, 21 gennaio 1721: le reliquie di San Valerio, dopo il sacrilego furto dell'antico reliquiario, vengono poste nel nuovo reliquiario e nella nuova cappella. Dall'Archivio storico del Comune di Lu.

 


Angelo Verri, Al pas di previ (parte 1), Al pas d'L, n. 1 (1988), pp. 4 e 12

Un canonico sempliciotto a prima vista ma complesso e imprevedibile nei suoi atteggiamenti... La Cena incompiuta...

 


Angelo Verri, Al pas di previ (parte 2), Al pas d'L, n. 2 (1988), p. 3

La predica al vento, i sollazzi campestri, le comari di Montalto...

 


Giuseppe Colli, Luigi Onetti, il pittore dei contadini, Al pas d'L, n. 3 (1988), p. 3

Il pittore che non si pieg a patteggiamenti...

 


Angelo Verri, U Re da bssi (parte 1), Al pas d'L, n. 3 (1988), p. 3

La bocca larga e orlata di giallo e una lingua rossa e biforcuta...

 


Angelo Verri, U Re da bssi (parte 2), Al pas d'L, n. 4 (1988), p. 3

Il brigadiere, armato di una doppietta arrugginita da anni, si mette a perlustrare i boschi frondosi e misteriosi del bricco Rosa, con il fegatoso coraggio di un veterano dal glorioso passato

 


Giuseppe Colli, Mons. Evasio Colli: un grande vescovo al servizio di quattro papi, Al pas d'L, n. 5 (1988), pp. 3 e 8

Audiant colles vocem tuam...

 


Angelo Verri, Amst mgar e arsrsi d'la miseria (parte 1), Al pas d'L, n. 5 (1988), pp. 3 e 8

L'espressione 'and a buasi' non pretendeva pari dignit con le altre analoghe 'and a parl', 'and a giurn', 'and a sap'... ma esprimeva umilmente l'impegno in un lavoro, il pi povero fra i poveri

 


Angelo Verri, Amst mgar e arsrsi d'la miseria (parte 2), Al pas d'L, n. 6 (1988), p. 3

Alcuni operavano, per cos dire, all'ingrosso e sfruttavano pi razionalmente la... miniera a cielo aperto di questi rifiuti fertilizzanti, sparsi gratuitamente sulle strade di allora, percorse solo da mezzi a trazione animale

 


Angelo Verri, Canti suoni e balli (parte 1), Al pas d'L, n. 7 (1988), p. 3

Era normale il risonare di un coro all'aperto con acute voci guida che lanciavano le note alte, mentre i generici facevano da bombardini e da tromboni, con note medie e profonde che facevano vibrare misteriosamente l'aria

 


Angelo Verri, Canti suoni e balli (parte 2), Al pas d'L, n. 8 (1988), p. 3

Insieme al canto popolare prosperava il "canto sacro"; che coinvolgeva la popolazione nelle celebrazioni liturgiche, ma che aveva le sue pi spiccate espressioni nei Cori famosi di S. Nazzaro e di S. Giacomo.

 


Angelo Verri, Canti suoni e balli (parte 3), Al pas d'L, n. 9 (1988), p. 3

Nello svolgersi ordinario dei servizi corali non mancavano curiosi episodi marginali, che coinvolgevano coristi e partecipanti alle funzioni religiose. Durante una delle tante Messe cantate, un ragazzino...

 


Angelo Verri, Sunadi e sunadur (parte 1), Al pas d'L, n. 10 (1988), p. 3

Due eccezionali fratelli organisti, brillanti ed estrosi, l'uno maestro di scuola, famigerato per allegre stravaganze, l'altro impiegato comunale modello.

 


Angelo Verri, Sunadi e sunadur (parte 2), Al pas d'L, n. 11 (1988), p. 3

Splendidi ritratti di suonatori luesi di tempi lontani.

 


Angelo Verri, Macchiette e vedette. Tra riboti balusadi e fulari (parte 1), Al pas d'L, n. 1 (1989), p. 4

L'Andreia, monellaccio e genialaccio, che sembra appena uscito da una novella del Decameron...

 


Angelo Verri, Macchiette e vedette. Tra riboti balusadi e fulari (parte 2), Al pas d'L, n. 4 (1989), p. 3

Pietru du Sondru, un tipo ameno di barbone evoluto e scanzonato.

 


Angelo Verri, Macchiette e vedette. Tra riboti balusadi e fulari (parte 3), Al pas d'L, n. 5 (1989), pp. 3 e 8

Un angelo o un demonio furbastro? Un gaudente o un santo francescano? Un artigiano nella sua baracca o un finissimo aristocratico nel suo castello? Niente di tutto questo, ma solo e semplicemente "u Zeliu"

 


Angelo Verri, I Nocc Maestar. Fuori Classe e Super-Stars (parte 1), Al pas d'L, n. 6 (1989), p. 3

I pizzicotti bilaterali a torsione contraria e progressiva della maestra Maria e le passeggiate sui banchi del maestro Arcadio...

 


Angelo Verri, Na Mitra e in Pastural an vista... a fn d'avst, Al pas d'L, n. 7 (1989), p. 3

La mitra donata dalla comunit luese a dom Valerio Cattana, novello abate del monastero benedettino Olivetano di S. Benedetto in Seregno. Splendida, dolce e raffinata descrizione da parte del suo artefice, don Angelo Verri.

 


Angelo Verri, I Nocc Maestar. Fuori Classe e Super-Stars (parte 2), Al pas d'L, n. 8 (1989), p. 4

Il tiro alla... Scopia... e il ramarro verde-giallo...

 

 

Paolo Demeglio, Lu. La pieve di S. Giovanni di Mediliano ed il territorio circostante, Quaderni della Soprintendenza Archeologica del Piemonte, n. 12 (1994), pp. 271-272

Indagini condotte negli anni 1992-1993 all'interno della pieve di Mediliano e nell'area limitrofa.



Paolo Demeglio, Giovanni Mennella, Lu. Pieve di San Giovanni di Mediliano e territorio circostante, Quaderni della Soprintendenza Archeologica del Piemonte, n. 13 (1995), pp. 315-317

Indagini archeologiche condotte nell'anno 1994 all'interno della pieve di Mediliano e nell'area limitrofa. Epigrafe di una donna cristiana di nome Livarna (V-VI sec.)


 

Giuseppe Banfo, San Giovanni di Mediliano: ricerche intorno a una pieve rurale, Bollettino storico-bibliografico subalpino, a. XCIII (1995, 2semestre), pp. 393- 440

Fondamentale saggio, che pone in chiave problematica la questione delle origini della pieve di San Giovanni di Mediliano.


 

Gianfranco Ribaldone, Le origini della chiesa dei Martini, Al pas d'L, n. 7 (1995), p. 3

Per fondare una chiesa bast un canonico illuminato.


 

Gianfranco Ribaldone, La chiesa dei Martini nell'Ottocento. Un frammento di civilt contadina, Al pas d'L, n. 8 (1995), p. 3

Per tenere in piedi una chiesa non bast un canonico illuminato.


 

Gianfranco Ribaldone, L'archivio dimenticato, Al pas d'L, n. 4 (1996), p. 3

Un archivio storico comunale corre lungo i secoli come sul filo dell'equilibrista...


 

Gianfranco Ribaldone, Anno del Signore 1390. La voce di Lu, Al pas d'L, n. 5 (1996), p. 3

Il pi antico documento custodito nell'Archivio Storico del Comune di Lu.


 

Gianfranco Ribaldone, Quale futuro?, Al pas d'L, n. 7 (1996), p. 3

"Quale futuro? Quale futuro morderemo nei nostri sogni? Quale futuro augurare all'Italia e alla piccola Lu, se non uno pi ricco di memoria?"


 

Alberto Chiara, Vocazioni a grappoli, Famiglia Cristiana, n. 37 (1996), pp. 64-66

Lu, celebre per il primato di vocazioni. Famiglia Cristiana visita il paese in occasione del VI convegno dei religiosi luesi.


 

Gianfranco Ribaldone, Lu, 1552: piccolo mondo antico, Al pas d'L, n. 11 (1996), pp. 6-7

Dalle liste di contribuzione del 1552, i nomi di circa 300 piccoli e grandi proprietari luesi, con le rispettive quote di propriet.


 

Gianfranco Ribaldone, Carissimo signor padre, Al pas d'L, n. 2 (1997), p. 3

Due lettere che due fratelli luesi, militanti nell'esercito spagnolo, scrivono nel 1558 al padre loro, castellano e notaio a Lu.


 

Gianfranco Ribaldone, L'isola degli appestati, Al pas d'L, n. 3 (1997), p. 3

Nell'ottobre 1502, tre luesi, ognuno con la sua storia e la sua psicologia, colpiti dalla peste gridarono al notaio le ultime volont.


 

Gianfranco Ribaldone, Per un museo del territorio, Al pas d'L, n. 6 (1997), p. 3

"Se l'oggetto antico viene anche conosciuto e amato dalla popolazione del luogo in cui stato ritrovato, sfonda le barriere del tempo"


 

Gianfranco Ribaldone, La mucca dal notaio, Al pas d'L, n. 7 (1997), p. 3

Quando anche le mucche andavano dal notaio...

 

 

Gianfranco Ribaldone, Le chiese di Lu nei testamenti degli anni 1483-1503, Al pas d'L, n. 8 (1997), p. 6

Da 85 testamenti rogati tra il 1483 e il 1503 sono state ricavate preziose informazioni sulle chiese presenti sul territorio luese.

 

 

Ettore Dezza, Rolando Dalla Valle (1500c-1575). Politica, diritto, strategie familiari nell'esperienza di un giurista casalese del Cinquecento, Monferrato Arte e Storia, n. 9 (1997), pp. 23-43

Importante contributo su Rolando Dalla Valle, appartenente a nobile famiglia di origine luese, illustre giurista e, dal 1567 fino alla morte, presidente del Senato di Monferrato.

 

 

Paolo Demeglio, Risultati delle recenti indagini archeologiche presso la pieve di Mediliano (1997-1998), Monferrato Arte e Storia, n. 10 (1998), pp. 49-59

Indagini archeologiche condotte nell'anno 1997 all'interno della pieve di Mediliano e nell'area limitrofa.Tracce di un edificio funerario preesistente alla pieve.

 

 

Gianfranco Ribaldone, Lu, 1696. Il vino della sposa povera, Al pas d'L, n. 2 (1998), p. 4

6 gennaio 1696. Una dote difficile per Margherita...

 

 

Gianfranco Ribaldone, Lu, 1702. L'occhio indiscreto, Al pas d'L, n. 3 (1998), p. 4

16 aprile 1702. Due canonici di Santa Maria Nuova fanno l'inventario dei beni di un loro confratello da pochi giorni morto e scoprono che...

 

 

Gianfranco Ribaldone, Livarna, fiore di campo, Al pas d'L, n. 3 (1998), p. 4

Un'iscrizione funeraria, risalente al V o VI sec. e rinvenuta a Mediliano, conserva in formulario cristiano il nome di una defunta, Livarna. Ora Gianfranco scrive: "Io vorrei che..."

 

 

Gianfranco Ribaldone, Il sogno dell'orologio meccanico, Al pas d'L, n. 4 (1998), p. 4

Anni Settanta del Cinquecento. In uno dei momenti pi difficili per la Communitas, nasce l'idea di una grande campana collegata con un orologio meccanico.

 

 

Gianfranco Ribaldone, Carte di paese. Un abbraccio alla vita, Al pas d'L, n. 9 (1998), p. 4

Le carte notarili del Quattro e Cinquecento seminano su campi e vigne il nome e la storia che a quelli appartengono.

 

 

Gianfranco Ribaldone, Lu, 1483-1503. Per le antiche contrade, Al pas d'L, n. 10 (1998), p. 4

Da circa 1500 atti notarili rogati dal 1483 al 1503 sono stati estratti circa 260 nomi di contrade di Lu e del suo territorio.

 

 

Matteo Trisoglio, I giochi dei piccoli, Al pas d'L, n. 11 (1998), p. 3

Quando si giocava a cirimela e a biglie. Ma non avevano ancora inventato la playstation...

 

 

Matteo Trisoglio, 'I rongiu la spusa, Al pas d'L, n. 1 (1999), p. 4

Nel passato, quando i tempi erano ormai maturi per le nozze, iniziava per le due famiglie interessate un complesso rituale...

 

 

Angelo Verri, Cittu, cittu al mustru al crs, Al pas d'L, n. 5 (1999), p. 3

Indignazione e schifo per il ponte-radio che da 40 anni deturpa la torre antica e il centro storico.

 

 

Peter John Mazzoglio, La vita di Eugenio Mazzoglio raccontata dal pronipote Peter John, inedito, 2000

Eugenio, la carit nella gioia.

 

 

Christian Isola, Gelindo, fiaba di tempi andati, Al pas d'L, n. 1 (2000), p. 2

"Le epoche vorticano e Gelindo rimasto indietro, in un mondo definitivamente tramontato con le stalle e i mungitori, le ceste di vimini e gli scialli"

 

 

Leo Rota, Relazione introduttiva, Quaderni luesi, n. 1 (2000), pp. 5-9

Nel "Convegno di Presentazione" della San Giacomo, Leo, presidente della neonata associazione, disse: "Senza radici un brutto vivere"

 

 

Francesco Trisoglio, Scopo e importanza di un'associazione culturale a Lu, Quaderni luesi, n. 1 (2000), pp. 10-16

Francesco propose di raccogliere i frutti delle ricerche storiche in "quaderni luesi, pagine battute al computer o fotocopiate, costi contenuti"

 

 

Mauro Bisoglio, S. Giacomo: restauro e recupero funzionale, Quaderni luesi, n. 1 (2000), pp. 21-24

Mauro, a proposito della chiesa di San Giacomo, disse: "Se si interviene adesso, con una somma relativamente modesta si pu ancora restaurare"

 

 

Gino Forni, L'importanza della ricerca: proposte operative, Quaderni luesi, n. 1 (2000), pp. 36-39

Gino disse: "Ogni ricerca e ogni ritrovamento apre le porte ad altre ricerche"

 

 

Guido Tizzani, L'Archivio parrocchiale di S. Giacomo, Quaderni luesi, n. 1 (2000), pp. 43-47

Guido disse: "Si formata nella San Giacomo una sezione che si prefissa lo studio dei documenti attinenti al nostro paese"

 

 

Bruno Ferrero, Undici progetti per un cantiere gi aperto, Quaderni luesi, n. 2 (2000), pp. 9-10

L'Associazione Culturale San Giacomo, da poco nata, gi un cantiere in piena attivit. E' l'alba del terzo millennio.

 

 

Henry Comba, Lu Monferrato, un esempio per la salvaguardia di valori, Il sole-24 ore nordovest, n. 19 (2001), p. 17

L'Associazione Culturale San Giacomo fa notizia anche su giornali di respiro nazionale.


 

Andrea Trisoglio, Un'affascinante passeggiata storica, Al pas d'L, n. 7 (2001), p. 4

Un giovane presenta ai luesi il volume di Bruno Ferrero "Una chiesa ferita. La Parrocchiale di San Giacomo di Lu dalle origini al secolo XVII"

 

 

Maria Cristina Bo, "Aj al paradis da guadagn", Al pas d'L, n. 11 (2001), p. 4

I giorni del bucato e i giorni delle ciliegie... Essere bambine all'alba del Novecento.

 

 

Bruno Ferrero, G. Ribaldone, "Alasina"... Recensioni e segnalazioni, Monferrato Arte e Storia, n. 13 (2001), pp. 114-115

Recensione di "Alasina". "Da questo mazzo di microstorie emana un intenso profumo di moderna inquietudine"

 

 

Gianfranco Ribaldone, La storia, Greta e lo stupore, Al pas d'L, n. 3 (2002), p. 4

Greta e i compagni di V elementare scrivono di "Alasina". L'autore di "Alasina" commenta lo stupore di Greta.

 

 

Andrea Trisoglio, Beati i bambini di Lu Monferrato!, Al pas d'L, n. 4 (2002), p. 4

Una riflessione dopo "Alasina". Il capitale di Lu: il paesaggio, il volontariato, il patrimonio storico. Ma...

 

 

Gianfranco Ribaldone, San Giacomo, Il Monferrato, n. 63 (2002), p. 17

Una riflessione alla vigilia della riapertura della restaurata chiesa di San Giacomo e della presentazione del Quaderno Luese n. 4.

 

 

Andrea Trisoglio, Quando la Trinit era un "pregevole monumento", Al pas d'L, n. 8 (2002), p. 4

Recensione di "Con una cappa di tela rossa". "Un quaderno luese viene preparato nel silenzio, per mesi, in un dialogo continuo e difficile con le fonti"

 

 

Bruno Ferrero, San Giuseppe. Storia di una cappella irregolare, Al pas d'L, n. 9 (2002), p. 4

Le vicende secolari della pi piccola fra le chiese luesi, tra fasi di splendore e decadenza.

 

 

Andrea Trisoglio, Un paese di "contagiati", Al pas d'L, n. 10 (2002), p. 4

Una nuova sindrome sta attaccando Lu, il contagio avviene per comunicazione di entusiasmo...